Sport, 30 settembre 2018

Lugano, per Abascal è il momento della verità

Oggi contro il Basilea i bianconeri disputeranno un match fondamentale non solo per la loro classifica, ma anche per il futuro del loro allenatore ormai appeso a un filo

LUGANO – Dici Basilea… e già tremi. Poi guardi i risultati ottenuti fin qui in Svizzera e in Europa e un po’ più di serenità pervade la mente: dalle parti di Cornaredo si augurano che anche i giocatori del Lugano siano più tranquilli, ma allo stesso tempo concentrati, all’idea di affrontare i renani oggi pomeriggio.

C’è da cancellare la terribile prova di Neuchâtel, quando i ticinesi non hanno praticamente mai visto la palla, hanno tirato una sola volta in porta e hanno subìto una sconfitta dolorosissima, ma c’è anche da salvare il posto di Guillermo Abascal. Il tecnico è ormai appeso a un filo, il suo posto sulla panchina bianconera è sull’orlo di svanire, anche perché con Renzetti non c’è sintonia: c’è forse stata
nelle prime settimane quando, dopo l’esonero di Chiasso è stato accolto a braccia aperta, ma è svanita quasi subito.

Lo spagnolo vuole dare un gioco alla sua squadra, e per farlo ha bisogno di tutti gli interpreti, vuole creare un’idea di palleggio e di ariosità in mezzo al campo, ma per fare questo ci vuole tempo. Il presidente, invece, convinto di aver messo a disposizione del suo tecnico la rosa più forte degli ultimi anni, vuole risultati, vuole salire in classifica, vuole far fruttare i milioni investiti per riceverne altri con la qualificazioni per le coppe europee.

Serve quindi una reazione di gruppo, di collettivo, di Squadra, anche se, ovviamente, trovare il Basilea non è esattamente la cosa più comoda e semplice, ma questo Lugano spesso ha stupito un po’ tutti.

Guarda anche 

Lugano, 5 passi verso l'obiettivo

LUGANO - Alla fine a decidere è stato il rigore di Ruotsalainen e il Lugano colleziona la sua quarta vittoria consecutiva. La classifica sorride, perché...
25.02.2024
Sport

Condannato a un anno di carcere il richiedente l'asilo che abusò di una ragazza su un treno

Il richiedente l’asilo che lo scorso ottobre era stato arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di una giovane su un treno regionale tra Lugan...
24.02.2024
Ticino

GALLERY – “Ti invidiamo….”

TORINO (Italia) – Lei incanta sui social con la sua bellezza e sensualità, lui sui campi di Serie A – dopo un esordio da urlo da 17enne, fatica a trova...
25.02.2024
Sport

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto