Mondo, 30 giugno 2018

"Sta nascendo un nuovo ordine mondiale post-occidente"

Un nuovo ordine multipolare, guidato dall'economia e dalla storia, sta emergendo nel mondo e i tentativi dell'occidente di fermarlo o di rallentarlo difficilmente riusciranno, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov (nella foto) al canale britannico “Channel 4”.


"Penso che stiamo entrnado in un nuovo ordine mondiale post-occidentale", ha detto Lavrov al in un'intervista a Channel 4 ieri. "È un'epoca storica, se vuole. Certamente, dopo cinque o più secoli di dominio dell'Occidentenon è molto facile adattarsi alle nuove realtà che ci sono altri poli economici, finanziari e politicu", ha aggiunto, indicando Cina, India e Brasile .


Alla domanda se la Russia stesse contribuendo a plasmare questo ordine mondiale, Lavrov ha risposto che era piuttosto il prodotto della storia e dello "sviluppo stesso".


"Non potete davvero sperare di contenere [questi] nuovi paesi emergenti. Non si può davvero ignorare il loro ruolo nel commercio mondiale e nell'economia mondiale ", nonostante i tentativi di rallentare il processo con sanzioni e tariffe, ha detto il diplomatico russo.

0in">
L'Europa è "certamente un pilastro molto importante di qualsiasi ordine mondiale", ha aggiunto Lavrov, ma deve decidere se rimanere dipendente dagli Stati Uniti o diventare più autonoma. A titolo illustrativo, Lavrov ha sollevato la crisi dei migranti a cui l'Europa sta facendo fronte praticamente da sola.


"La NATO ha bombardato la Libia, trasformando la Libia in un buco nero attraverso il quale ondate di migranti, migranti illegali, si sono precipitati in Europa. Ora l'UE sta pulendo I cocci della porcellana rotta per la NATO ", ha detto Lavrov.


Le relazioni della Russia con l'Occidente, che si sono acuite in modo drammatico dopo il colpo di stato sostenuto dall'UE in Ucraina nel 2014, saranno tra gli argomenti discussi al vertice di luglio tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in Finlandia.


Durante l'intervista, Lavrov ha inoltre smentito le speculazioni di Channel 4 secondo cui la Russia sarebbe pronta a consegnare l'informatore della NSA Edward Snowden, a cui ha concesso asilo politico, in cambio della revoca delle sanzioni statunitensi e dell'UE.

 


Guarda anche 

Le regioni del Donbass votano l'annessione alla Russia

Le autorità filorusse nelle regioni ucraine di Zaporizhia, Kherson, Lugansk e Donesk hanno rivendicato la vittoria del "sì" all'annessione ...
28.09.2022
Mondo

Negli USA fanno pubblicità per dei "safari di caccia" in Svizzera

In Svizzera, secondo la legge, possono cacciare solo persone domiciliate in possesso di una apposita patente. Di conseguenza non dovrebbe essere possibile offrire a tu...
27.09.2022
Svizzera

Russia, sparatoria causa almeno 13 morti e decine di feriti in una scuola

Almeno 13 persone sono rimaste uccise e 21 ferite in una sparatoria in una scuola di Izhevsk, nella Russia centrale, ha dichiarato lunedì il Ministero degli Intern...
26.09.2022
Mondo

"Putin doveva rovesciare Zelensky, rimpiazzarlo con qualcuno per bene e andarsene"

Per l'ex premier italiano Silvio Berlusconi il presidente russo Vladimir Putin è stato "spinto" dal suo popolo e dal suo entourage a invadere l...
24.09.2022
Mondo