Magazine, 12 aprile 2022

La giovane campionessa di nuoto si dà al porno: “Vogliono vedermi in costume da bagno”

Miku Kojima ormai si chiama Saki Shinkai: l’attrice hard ha preso il posto della campionessa di nuoto che aveva dominato a livello giovanile

TOKYO (Giappone) – Il periodo che stiamo vivendo, tra covid e guerra, è quello che è. I tempi sono duri e ognuno di noi sta sfruttando questo periodo per trovare dentro di sé le risposte a tutti i quesiti interni che abbiamo. Domande che evidentemente si sarà fatta anche la 21enne giapponese Miku Kojima, che ha deciso di cambiare completamente vita, cambiando anche nome – ora si fa chiamare Saki Shinkai – e dalle vasche del nuoto è passata al porno.
 
 
Nella vita precedente era una nuotatrice di sicuro avvenire, una giovane campionessa. Classe 2000 e nata ad Osaka, a livello giovanile ha vinto di tutto: due medagli d’oro ai Mondiali di categoria a Indianapolis nel 2017 nei 200 misti e nei 400 misti e due bronzi olimpici giovanili a Buenos Aires, sempre in staffetta. Sembrava lanciata verso il successo, ma nel 2019 ha deciso di lasciare il nuoto, si è iscritta all’università, cercando di mantenersi nel frattempo organizzando cerimonie. {banner}
 
 
Poi il covid ha scombussolato i suoi piani. Lo scorso ottobre l’ormai ex nuotatrice aveva posato nuda in piscina, in una serie di foto intitolata “Saki Shinkai Naked Butterfly”, usando già il suo nome d’arte. “Quando ho pubblicato i miei nudi ci sono stati commenti negativi e speculazioni. Alcuni si sono domandati perché avessi fatto quelle fotografia, altri mi accusavano di voler entrare nel mondo del porno. Avevo parlato di me stessa nel servizio ma c’era una discrepanza tra ciò che la gente voleva vedere e quello che io volevo mostrare. Vogliono vedermi in costume da bagno”, ha spiegato.
 
 
Da lì in poi il passo è stato breve: Saki Shinkai ha iniziato a cimentarsi nel suo primo film porno, ambientato in piscina, tra spogliatoi e costumi da bagno, lanciato in Giappone e uscito per ‘Soft on demand’, grosso nome del settore nel Paese. “Con le cancellazioni delle cerimonie per covid, il numero di lavori commissionati era diminuiti, ho iniziato a guardarmi in giro e ho scoperto che un mio contatto sui social era attivo nel settore dei video per adulti. Mi sono incuriosita e ne ho guardati parecchi: all’inizio avevo una sensazione negativa, ma i lavori di Sod sono molto interessanti, ho deciso di provare…”, ha spiegato.

Guarda anche 

Arisa e Rocco insieme sui social… e c’è chi sogna

MILANO (Italia) – Sono bastati alcuni selfie assieme per scatenare le fantasie degli utenti del web: Arisa e Rocco Siffredi, infatti, hanno pubblicato alcune foto i...
25.04.2022
Magazine

Un "sex tape" girato al museo musulmano finisce in tribunale

Un singolare caso di estorsione, ricatto e violazione della proprietà privata riguardante il Museo delle Civiltà Islamiche di Neuchâtel è st...
12.04.2022
Svizzera

Maestra adescava bambini col nickname “Zia Martina”: arrestata

BARI (Italia) – Le forze dell’ordine di Bari hanno arrestato un’insegnante di 45 anni nell’ambito di un’indagine per corruzione di minorenni...
26.12.2021
Magazine

“Collo distrutto ed ernia del disco: il mio corpo devastato dai film”: parola di pornoattrice

Non è la prima volta, e supponiamo che non sia neanche l’ultima, che una pornostar denuncia di avere problemi fisici a causa del suo lavoro. Di attrici penti...
06.12.2021
Magazine