VERGOGNA! – L’agenzia interinale associata all’AITI paga i dipendenti 2’300 fr lordi: nessun contratto firmato e neanche un franco per chi non lavora almeno una settimana

VERGOGNA! – L’agenzia interinale associata all’AITI paga i dipendenti 2’300 fr lordi: nessun contratto firmato e neanche un franco per chi non lavora almeno una settimana

Un caso di dumping salariale che ha dello sconvolgente che coinvolge un’agenzia interinale del Locarnese.

Questa società presta personale ad alcune aziende che hanno bisogno di lavori manuali, come ad esempio assemblaggio, montaggio o etichettatura. I dipendenti sono pagati la “bellezza” di 13.20 franchi lordi all’ora, ovviamente pausa pranzo o bagno esclusa. Basta fare due calcoli per capire che lo stipendio medio si aggira intorno ai 2’300 franchi lordi, decisamente inadeguato per vivere in Ticino.

Ed infatti, praticamente tutti i lavoratori sono frontalieri. Tanto che i responsabili, ormai coscienti di questo, la prima cosa che fanno firmare ai neo assunti è un foglio per preparare il permesso G… Peccato che nella documentazione che danno il primo giorno non ci sia neanche un contratto che regoli l’assunzione, sebbene in prova, del lavoratore.

Che se vuole avere la speranza di essere pagato deve lavorare almeno l’intera settimana di prova. Quindi se durante il periodo di prova lavora solo 4 giorni anziché la settimana intera non gli viene riconosciuto neanche un franco!

Una situazione ai limiti dell’abuso, da parte di un’azienda che ostenta la sua affiliazione ad AITI! Ma il direttore di AITI Stefano Modenini, che tanto si è battuto contro i salari minimi in Ticino, non dice proprio nulla al riguardo e accetta che nella sua associazione esistano realtà del genere?

Comunque i signori possono stare ben tranquilli: stiamo già coordinando con i sindacati per intervenire di fronte a questa vera e propria vergogna!

MS