Dopo le “performance” italiche, è il momento di sospendere Schengen!

Dopo le “performance” italiche, è il momento di sospendere Schengen!

Scusate ma qui ci scappa proprio da ridere! Come noto i vicini a sud, dopo aver piantato una cagnara grottesca per la chiusura notturna di tre valichi secondari, con la coerenza che li contraddistingue hanno reintrodotto i controlli sistematici sul confine per il G7 di Taormina, che saranno in vigore fino al 30 maggio. Giusto controllare sistematicamente i confini. Ma per gli italiani lo possono fare solo loro? Mentre, se lo fanno gli svizzerotti, nel Belpaese veline forzitaliche, kompagnuzzi del PD e i rispettivi media di servizio si mettono a starnazzare come germani reali e poi vanno a piagnucolare a Bruxelles?

A dimostrazione che i controlli sistematici sui confini servono eccome, già al primo giorno del ripristino sono stati fermati due delinquenti: una 30enne latitante ed un cittadino ghanese di 34 anni con documenti falsi. Voilà. Ecco serviti gli scienziati che pretendono di venire a raccontarci che la sicurezza aumenta spalancando le frontiere!

Cosa aspettiamo a reintrodurre anche noi i controlli sistematici sul confine, a tutela della sicurezza di questo sempre meno ridente Cantone ormai ridotto a paese del Bengodi per delinquenti stranieri?

Alle scontate rimostranze dei vicini a sud potremo rispondere che abbiamo semplicemente seguito il loro esempio virtuoso.

LQ