L’ambasciatore WCF all’ONU: “Svizzera, stai lontana dall’Unione Europea!”

L’ambasciatore WCF all’ONU: “Svizzera, stai lontana dall’Unione Europea!”

Facebook Twitter Google+

UNIONE EUROPEA – Intervista a Alexey Komov, ambasciatore WCF all’ONU, che mette in guardia la Svizzera: “L’Unione Europea annulla l’identità e le tradizioni dei popoli. State lontani finché potete”.

Unione Europea? No grazie. Il suggerimento arriva da Alexey Komov, ambasciatore del WCF (World Congress Family) alle Nazioni Unite nonché una delle voci più autorevoli in difesa delle tradizioni e della cultura russa. Intervistato dal Mattinonline in occasione del congresso della Lega Nord, Komov ha espresso tutta la sua stima e rispetto per la Svizzera.

Alexey Komov, lei in passato è stato molto critico nei confronti dell’Unione Europea…
Il concetto dell’Unione Europea è molto bello e sarebbe sicuramente una buona idea. Solo che le idee si scontrano con la realtà e, soprattutto in questo momento di crisi, l’UE ha mostrato tutti i suoi limiti. Gli elementi centralisti, nonché la burocrazia esasperata, fanno si che l’interesse dei popoli venga totalmente messo da parte. I bilanci degli stati sono più importanti delle singole persone: è inaccettabile e ricalca un sistema totalitario e neo marxista che, come sappiamo bene, è fallito.

L’UE sta mettendo da parte l’interesse dei popoli, non solo economico ma anche culturale e storico…
Come ho detto prima, l’Unione Europea vuole essere un sistema autoritario, che annulla i popoli e le loro peculiarità. Non ha caso si stanno cercando di smontare gli elementi del cristianesimo, che fanno parte della tradizione e della cultura dei popoli europei. Matrimoni ed adozioni agli omosessuali, annullamento della concezione di padre e madre… tutto va contro la tradizione cristiana. Compresa islamizzazione, una grandissima arma in mano ai sostenitori dell’Unione Europea.

La Russia entrerà mai nell’Unione Europea?
Non credo proprio. A parte il fatto che la Russia è troppo grande, abbiamo un governo abbastanza forte e unito che non accetterà mai determinati precetti di Bruxelles. Abbiamo dei valori, in merito alla difesa del popolo e della nostra cultura, troppo distanti da quelli dell’UE.

Anche in Svizzera si discute dell’entrata nell’UE…
La Svizzera è un piccolo paradiso circondato dall’inferno… E’ uno dei pochi paesi che ancora funziona, in cui il popolo ha voce e indipendenza. Oltre un certo benessere economico. Se entrasse nell’Unione Europea perderebbe tutto. Quindi mi chiedo: è un sacrificio che vale la pena fare? Credo proprio di no, soprattutto in questo particolare momento storico.

I rapporti tra Russia e Svizzera sono sempre più stretti.
Sta aumentando la cooperazione dal punto di vista economico ma anche culturale. Non solo a livello federale, ma anche i Cantoni svizzeri stringono rapporti con le nostre regioni. Siamo due paesi molto diversi, ma abbiamo molti punti in comune e si possono trovare interessanti collaborazioni. La Svizzera è all’avanguardia nel mercato dei beni di lusso, così come in Russia ci sono molti facoltosi uomini d’affari… Personalmente amo la Svizzera: per vacanza o per lavoro sono stato molte volte nel vostro paese e ne sono affascinato. Quindi il mio augurio è che i rapporti tra i due paesi siano sempre migliori.

MS