La protesta dei poliziotti: “Noi servitori dello Stato sfrattati mentre gli immigrati vivono da turisti in hotel di lusso”

La protesta dei poliziotti: “Noi servitori dello Stato sfrattati mentre gli immigrati vivono da turisti in hotel di lusso”

Un gruppo di dipendenti della Polizia di Stato, ex poliziotti e vedove di agenti di Palermo sta protestando per una sentenza del Tar che vuole sfrattarli dagli alloggi riservati alle forze di polizia.

Questo non perché non pagassero l’affitto o le bollette, ma per una disputa legale tra la prefettura, alcuni agenti esclusi dalla graduatoria per l’assegnazione di quegli alloggi e il comune di Palermo. E adesso una ventina di famiglie stanno vivendo l’incubo di dover lasciare la casa nella quale hanno vissuto per 20 anni, con le istituzioni che non sembrano minimamente preoccupate dall’evoluzione degli eventi.

Il gruppo di poliziotti ha organizzato un sit-in di protesta davanti alla Prefettura, esprimendo a Il Giornale la propria rabbia: “Perché è palese che i loro errori hanno determinato una serie di ingiustizie. Oltretutto, in Sicilia ci sono centri d’accoglienza in cui gli immigrati vengono mantenuti e bivaccano tutto il giorno o hotel in cui vivono da turisti e noi, servitori dello Stato da una vita, rischiamo di rimanere senza casa”.

MS