Svizzera, 17 dicembre 2018

Vietare gli esperimenti sugli animali, gli svizzeri saranno chiamati a decidere

Verosimilmente gli svizzeri saranno chiamati a decidere se rendere illegali le sperimentazioni sugli animali.

"Le firme ci sono" afferma Renato Werndli, co-presidente del comitato di iniziativa , al domenicale romando "Matin Dimanche" precisando che finora oltre 111'000 firme sono già state certificate dai comuni, quando ne bastano 100'000. "Per sicurezza, la raccolta delle firme continuerà fino al termine fissato del 4 aprile."

Lanciato nel 2017 da un gruppo di cittadini sangallesi, il testo chiede che la sperimentazione animale sia considerata maltrattamento di animali e può costituire un crimine. Il popolo svizzero si era già espresso nel passato su questo tema, rifiutando ogni volta un inasprimento della legge attuale. L'ultima votazione risale però al 1993, oltre 25 anni fa.

Secondo l'Ufficio federale di veterinaria, il numero di esperimenti su animali è in costante diminuzione in Svizzera. Erano ancora due milioni nel 1983, appena più di 615'000 l'anno scorso. L'Ufficio federale per la sicurezza alimentare e gli affari veterinari (UAVV) afferma che "gli esperimenti sugli animali sono consentiti solo se non sono disponibili alternative".

Guarda anche 

Fatture caotiche da parte della società che sostituisce la Billag

A partire dal 2019 non sarà più la Billag a riscuotere la fattura per il canone radiotelevisione ma Serafe. Un cambiamento che però non sembra essere...
15.01.2019
Svizzera

I due "svizzeri" arrestati in Marocco radicalizzati alla moschea di Ginevra

L'inchiesta sul duplice omicidio di due turistie scandinave in ​​Marocco (vedi articoli correlati) ha portato all'arresto di due persone con il passaporto svi...
14.01.2019
Svizzera

La Germania contro la libera circolazione: Berlino rivuole i medici tedeschi partiti in Svizzera

Il ministro della sanità tedesco Jens Spahn (nella foto) deplora l'esodo di medici e infermieri tedeschi in Svizzera. "Mi piacerebbe riaverli indietro&quo...
14.01.2019
Svizzera

Condannata per truffa per la quarta volta, le danno ancora la condizionale

Una donna kosovara di 31 anni, residente nel canton Zurigo, è stata condannata per aver venduto oggetti che non possedeva ad acquirenti su Internet. Semplicemente ...
13.01.2019
Svizzera