Mondo, 16 dicembre 2018

Manifestazione a Bruxelles contro il Patto per la migrazione degenera in scontri

Una manifestazione tenutasi oggi contro il controverso Patto delle Nazioni Unite per la migrazione a Bruxelles è degenerato in scontri tra manifestanti e le forze dell'ordine.

La manifestazione è stata chiamata "Marcia contro Marrakech" in riferimento alla città dove il patto è stato firmato all'inizio di dicembre. È stato organizzato dal partito di destra Vlaams Belang che è stato a lungo un oppositore dell'accordo.



Inizialmente iniziata pacificamente, la manifestazione ha iniziato a degenerare quando alcuni dei partecipanti hanno acceso fumogeni e lanciato bottiglie mentre marciavano lungo la strada.

La polizia schierata in tenuta antisommossa è intervenuta per sedare i disordini. In seguito sono entrati in azione cannoni ad acqua contro alcuni dei manifestanti.



Una delle riprese video dei disordini pubblicate dall'emittente RT mostra come una catena di polizia antisommossa si avvia verso un piccolo gruppo di persone (presumibilmente i manifestanti). Pochi istanti dopo, almeno due di loro sono circondati dagli agenti antisommossa e picchiati con manganelli. Nelle riprese video si può vedere un uomo venir spruzzato con dello spray al pepe in faccia da distanza ravvicinata. Dopo aver camminato per alcuni metri - apparentemente completamente disorientato - crolla poi sul marciapiede, con la polizia che lo supera.

Secondo la polizia sarebbero almeno 5'0000 le persone riunite nella capitale belga. Una contro-dimostrazione separata di circa 1'000 persone, organizzata da gruppi di sinistra e organizzazioni non governative, si è svolta non lontano nel centro della città.



Il governo belga ha subito un duro colpo dopo che la Nuova Alleanza fiamminga di centro-destra (N-VA) ha lasciato la coalizione di governo a causa della sua disapprovazione dell'accordo. Il primo ministro Charles Michel ha annunciato che il suo governo era destinato a continuare come minoranza.

Guarda anche 

Brexit: accordo con l'UE nettamente respinto dal parlamento britannico

Per la premier britannica Theresa May si trattava oggi del giorno più lungo: la Camera dei Comuni votava infatti sull'accordo con l'Unione europe...
15.01.2019
Mondo

Pimpi, la cagnolina di Susanna Tamaro uccisa da un boccone avvelenato: "Avresti dovuto essere il cane della mia vecchiaia"

"Addio, piccolo raggio di luce, meraviglioso arcobaleno che ha allietato un tempo purtroppo così breve". Sono parole struggenti, colme di trist...
15.01.2019
Mondo

L'imam espulso: "Vi uccideremo ​e mangeremo i vostri cadaveri"

Detenuto nel carcere di Padova per una brutale rapina, nel giro di breve tempo era riuscito ad imporsi come l'imam del carcere della città italiana, estromette...
15.01.2019
Mondo

Assurdo in Russia: donna creduta morta si sveglia in obitorio e muore per ipotermia

Ha dell'assurdo la notizia che arriva dalla Russia. Come riportato dai media locali, una donna di 62anni è stata trasferita in una cella frigorifero dell'o...
14.01.2019
Mondo