Sport, 16 dicembre 2018

Testa a Zurigo: per un sereno Natale, il mercato può aspettare

I bianconeri questo pomeriggio disputeranno l’ultima partita del girone d’andata: al Letzigrund ci saranno in ballo punti importanti da conquistare e tanta serenità da assicurarsi senza Junior e Bottani

ZURIGO – Freddo, gelo e 3 punti in ballo da cercare di ottenere con tanta fame e con tanta testa: il Lugano oggi pomeriggio sarà di scena al Letzigrund per l’ultima partita del girone d’andata del campionato di Super League. Guardando la classifica risulta quasi superfluo sottolineare quanto sarebbe importante tornare dalle rive della Limmat con tre punti, anche per trascorrere un Natale sereno e poi pensare al mercato con più tranquillità.

A secco di vittorie dal 28 ottobre e reduce da due 2-2 consecutivi in casa, giunti dopo tre KO di fila, il Lugano è anche in debito con la buona sorte: per quanto mostrato sul campo ai bianconeri mancano almeno 6 punti! Il gioco invece ha spesso convinto, ma sono stati i piccoli dettagli a fare la differenza in negativo.

In casa Lugano ci sarà da confermare le buone cose viste anche sul campo dello Zurigo, reduce dalla trasferta europea in casa del Ludogorets, ma per farlo Celestini dovrà fare a meno di Bottani e Junior, squalificati per i due sciocchi gialli incamerati domenica scorsa contro il Sion. Ci vorrà la testa giusta unita a quel pizzico in più di malizia e cattiveria sia in attacco che in tutti gli altri reparti, per regalarsi un Natale più tranquillo: si è già iniziato a parlare di mercato, Sadiku è il nome più caldo, ma arrivare a gennaio con qualche punto in più in classifica e di vantaggio sul GC e sullo Xamax, renderebbe tutto più facile.

Guarda anche 

Sadiku, al cuore non si comanda

LUGANO – Una visita medica, un ammiccamento che andava avanti da diverso tempo, un amore che non è mai finito. Ecco perché Armando Sadiku è orm...
15.01.2019
Sport

Rissa con accoltellamento al Maghetti, in manette un 28enne albanese

In relazione alla rissa con accoltellamento avvenuta il 21 ottobre del 2017 all'esterno del Quartiere Maghetti di Lugano, il Ministero pubblico, la Polizia cantonale ...
14.01.2019
Ticino

“La rivalità sportiva col Lugano fa bene!”

MASSAGNO - Quando parla della sua SAM Massagno Luigi Bruschetti non riesce a nascondere una certa emozione. Lo capiamo, visto che sono ormai 25 anni che è all...
14.01.2019
Sport

3 punti d’oro, ma il Lugano non è ancora guarito

LUGANO – Gregory Hofmann ha messo a segno la rete della vittoria, Elvis Merzlikins ha parato tutto quello che poteva e il Lugano, finalmente, è tornato alla ...
13.01.2019
Sport