Mondo, 22 novembre 2018

Va su un'isola sperduta per convertire gli indigeni che ci abitano, loro lo uccidono appena lo vedono

Un missionario americano credeva di essere stato "chiamato" per convertire una tribù di indigeni abitanti di un'isola sperduta al largo dell'India, ma la sua “missione” è stata vana, dal momento che gli indigeni lo hanno ucciso praticamente appena lo hanno visto.

John Allen Chau, 27 anni americano residente nello stato di Washington (nella foto), arrivato in India ha pagato dei pescatori locali per aiutarlo ad arrivare a North Sentinel Island, una delle regioni più isolate al mondo nelle isole Andamane dell'India, la scorsa settimana. Lo racconta il DailyMail.

Chau ha fatto un giro in barca con i pescatori prima di avventurarsi da solo in una canoa dove gli indigeni vivono completamente isolati dal mondo esterno, hanno detto le autorità.

Non appena ha messo piede sull'isola, che è vietato ai visitatori, Chau si è trovato davanti degli indigeni che gli scagliavano contro delle frecce.

I membri della tribù gli hanno quindi legato una corda intorno al collo e trascinato via il suo corpo, secondo i pescatori che lo aiutarono a raggiungere l'isola.

La polizia indiana ha dichiarato che un caso di omicidio è stato registrato contro "ignoti membri della tribù" e sette persone - i pescatori che lo hanno portato sull'isola - sono stati arrestati in relazione alla morte.

Ma i Sentinelesi che hanno ucciso Chau non possono essere perseguiti in quanto contatti con loro e diverse tribù delle isole sono illegali nel tentativo di proteggere il loro modo di vivere indigeno e proteggerli dalle malattie.

Un conoscente di Chau ha rivelato che l'uomo era in “missione” a viaggiare verso l'isola remota, nel profondo dell'Oceano Indiano, per predicare il cristianesimo alle tribù e aveva preparato il viaggio per almeno tre anni. Ma nonostante la lunga preparazione, la sua missione non ha avuto buon fine.  

Guarda anche 

Manifestazione a Bruxelles contro il Patto per la migrazione degenera in scontri

Una manifestazione tenutasi oggi contro il controverso Patto delle Nazioni Unite per la migrazione a Bruxelles è degenerato in scontri tra manifestanti e le forze ...
16.12.2018
Mondo

“Il lavoro serio porta sempre risultati”: parola di Antonio Caggiano

PARADISO – Primo in classifica in Seconda Lega Interregionale col suo Paradiso, Antonio Caggiano ha di che essere contento e fiero. Ma si sa, i futuri giocatori bis...
16.12.2018
Sport

VIDEO – Ecco la super nonna: il brivido del paracadute a 102 anni

CANBERRA (Australia) – Avere 102 anni e, evidentemente, non sentirli. Perché a 102 anni, in effetti, lanciarsi col paracadute da un aereo non è esatta...
16.12.2018
Magazine

Marc Gisin senza airbag, Lara con: il salvavita che divide il circo bianco

VAL GARDENA (Italia) – Lo sci, si sa, è uno sport pericoloso nel quale, specie in discesa, si rischia davvero di farsi del male. Ne sa qualcosa, purtroppo, M...
16.12.2018
Sport