Sport, 23 novembre 2018

Il Barcellona striglia Dembelé: “Smettila con i videogames sennò ti cacciamo”

La società blaugrana ha posto un ultimatum all’attaccante, accusato di scarsa professionalità a causa di una dipendenza dai videogiochi

BARCELLONA (Spagna) – Il troppo, si sa, stroppia e lo sta capendo a sue spese anche Ousmane Dembelé, attaccante del Barcellona acquistato due estati fa per 106 milioni di Euro dal Borussia Dortmund.

Stando alla stampa spagnola, Dembelé sarebbe entrato nelle mira della società blaugrana per la sua scarsa professionalità: arriva tardi agli allenamenti e si impegna poco. Le parole di Suarez, in merito al suo compagno di squadra, non promettono nulla di buono: “Dovrebbe concentrarsi solo sul calcio”.

“AS” racconta di una dipendenza dai videogiochi, una ludopatia in piena regola, che rischia di compromettere la sua carriera. Il francese, fresco campione del mondo, infatti trascorrerebbe la maggior parte del suo tempo libero davanti alla console. Un disturbo che sta condizionando anche il rendimento in campo e le relazioni con i compagni. Ecco quindi che il Barcellona gli avrebbe imposto un ultimatum, visto che dal suo arrivo in Catalogna ne ha combinate di tutte i colori: dall’accusa di concedersi troppo ai piaceri della vita notturna, poi al cibo spazzatura, fino ad arrivare ai videogames…

Guarda anche 

Celestini: “I nostri sforzi non vengono premiati! Le ammonizioni? Non mi sento tutelato dagli arbitri”

LUGANO – Ancora un nulla di fatto, ancora un pareggio, ancora un 2-2 casalingo che ha mascherato una buona prestazione: il Lugano in questo momento, pur giocando be...
09.12.2018
Sport

Il Lugano gioca e spreca: col Sion è ancora 2-2

LUGANO – Con la vittoria che manca all’appello da un mese e mezzo, e con la necessità di ritrovare la via del successo per non trascorrere un Avvento v...
09.12.2018
Sport

Arsenal nella bufera: ecco il festino a base di hippy crack

LONDRA (Gbr) – Non perde da 20 partite ufficiali in stagione, ma in casa Arsenal il sorriso è evaporato in un attimo. E il verbo evaporare non viene usato a ...
08.12.2018
Sport

Urge una reazione: Lugano, tocca a te!

LUGANO – Il gioco c’è, i risultati (e la fortuna) latitano: dalle parti di Cornaredo si inizia un po’ a tremare dando uno sguardo alla classifica...
09.12.2018
Sport