Ticino, 20 novembre 2018

"In fumo gli accordi sui frontalieri: ancora una volta la LEGA aveva ragione, i ristorni andavano bloccati!"

La Lega dei Ticinesi rilancia sul blocco dei ristorni dopo la fumata nera sugli accordi per i frontalieri

"A seguito degli emendamenti di due deputati italiani 5Stelle, gli accordi con la Svizzera sui frontalieri sono stati congelati. Dopo anni di trattative della Confederazione con i vari gorverni italici è ancora nulla di fatto! La Camera a Roma ha definito gli accordi troppo a svantaggio dei loro connazionali.

La LEGA a più riprese ha proposto il blocco dei ristorni, ancora quest`anno i Consiglieri di Stato Claudio Zali e Norman Gobbi si erano battuti in Governo per attuare questa misura, ma il Triciclo PLR-PS-PPD ha come sempre affossato l`iniziativa, complici le rassicurazioni del neo-Consigliere Federale turboeuropeista PLR Ignazio Cassis: «a ga pensi mi!».

Bene! La lungimiranza degli ex-partitoni storici ci ha messo nuovamente ai piedi della scala, senza nessun potere contrattuale e dove l`unica luce in fondo al tunnel è quella del cartello «lavori interrotti».
Ma certamente il PLR Cassis sarà soddisfatto che a mantenere i suoi ex-connazionali di Campione d`Italia sono i soliti sfigati contribuenti Ticinesi e certamente non avrà mancato di congratularsi con il Senatore PPD turbo Pippo Lombardi d`averlo aiutato a staccare assegni miliardari a fondo perso destinati a coprire i buchi di un`Unione Europea allo sbando.

Avanti così che siamo a cavallo...di un asino!"

Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

Cambio dipartimenti in Consiglio federale, “Sommaruga ai trasporti un disastro”

Com'era preannunciato vi saranno diversi cambiamenti dei Dipartimenti in Consiglio federale. L'UDC Guy Parmelin lascia la difesa, della protezione della popolazio...
10.12.2018
Svizzera

Accordo quadro: come al solito, chinati a 90 gradi!

Altro che “negoziazione”, è una capitolazione su tutta la linea. Ma il governicchio federale non ha il coraggio né di respingere l’immonda...
10.12.2018
Svizzera

Migranti in piazza a Berna per protestare contro le espulsioni e la "cattiva" condizione di vita in Svizzera

Diverse centinaia di migranti e persone che li sostengono hanno manifestato sabato a Berna contro i rinvii dal territorio svizzero. I rifugiati dovrebbero poter scegliere...
09.12.2018
Svizzera

Il marito è in Israele a fare l'oppositore al suo paese d'origine, quindi lei può restare in Svizzera

Il marito è in Israele e sta facendo propaganda contro il governo eritreo. Quindi lei e la figlia hanno diritto di restare in Ticino. Non è una storia d&rsq...
08.12.2018
Svizzera