Sport, 20 novembre 2018

“A Napoli mi presero a pugni per farmi firmare il trasferimento”: De Guzman racconta il suo addio forzato

Il centrocampista, ora in forza all’Eintracht Francoforte, ha evidenziato un brutto episodio avvenuto nel 2015 quando giunse alle mani con Giuntoli, dirigente dei partenopei

FRANCOFORTE (Germania) – Sono passati tre anni e Jonathan De Guzman, che nel frattempo non ha dimenticato l’episodio, ha voluto raccontare il violento diverbio avvenuto nel 2015 con il dirigente del Napoli, Giuntoli.

Reduce da un infortunio e messo ai margini del progetto azzurro, l’olandese non voleva accettare un’offerta del Bournemouth, arrivando a confrontarsi con lo stesso dirigente dei partenopei. Una discussione trasformatosi poi in rissa: “Improvvisamente mi ha dato un pugno in faccia e sono impazzito – ha raccontato – Abbiamo iniziato a litigare, volavano anche le sedie”.

“Giuntoli si è arrabbiato e il suo assistente mi ha detto: “Ascolta se non firmi si arrabbierà molto, se non firmi sarai morto per il Napoli e non giocherai più””, ha continuato. E in effetti andò proprio così: da quel momento in poi l’olandese non scese più in campo, andando in prestito al Carpi e al Chievo prima di volare in Germania.

“Quando è scoppiata la rissa c’era anche Zuniga con me – ha concluso De Guzman – Mi diceva “dai, prendi le tue cose e vai a casa””.

Una lite furiosa che ha rischiato di mettere anche fine alla carriera del centrocampista e ora, invece, a Francoforte sta dando il meglio di sé: “Sento che sto giocando il mio calcio migliore e sono orgoglioso. Soprattutto dopo quello che mi è successo”.

Guarda anche 

Celestini: “I nostri sforzi non vengono premiati! Le ammonizioni? Non mi sento tutelato dagli arbitri”

LUGANO – Ancora un nulla di fatto, ancora un pareggio, ancora un 2-2 casalingo che ha mascherato una buona prestazione: il Lugano in questo momento, pur giocando be...
09.12.2018
Sport

Il Lugano gioca e spreca: col Sion è ancora 2-2

LUGANO – Con la vittoria che manca all’appello da un mese e mezzo, e con la necessità di ritrovare la via del successo per non trascorrere un Avvento v...
09.12.2018
Sport

Arsenal nella bufera: ecco il festino a base di hippy crack

LONDRA (Gbr) – Non perde da 20 partite ufficiali in stagione, ma in casa Arsenal il sorriso è evaporato in un attimo. E il verbo evaporare non viene usato a ...
08.12.2018
Sport

Urge una reazione: Lugano, tocca a te!

LUGANO – Il gioco c’è, i risultati (e la fortuna) latitano: dalle parti di Cornaredo si inizia un po’ a tremare dando uno sguardo alla classifica...
09.12.2018
Sport