Mondo, 18 novembre 2018

Milionario ospita un migrante a casa sua, tre mesi dopo viene ritrovato morto

Il milionario tedesco Michael R (nella foto)., descritto come una una persona sensibile alla questione dell'asilo e ai problemi dei migranti, è stato ritrovato morto il 3 novembre scorso. Il principale sospettato è un migrante siriano, Mohammed Omran A., che è stato nel frattempo arrestato.

Come riporta il portale tedesco "Bild" Michael e Mohammed si conoscono nel settembre 2015 a Horb am Neckar, nel sud della Germania, non è chiaro in quali circostanze. Inizialmente Michael aiuta Mohammed materialmente, gli da soldi e gli paga dei corsi di tedesco.

L'insegnante di tedesco di Mohammed lo descrive come un "rifugiato modello", mostra volontà di integrarsi e impara il tedesco velocemente. Mohammed inoltre aiutava nella mensa di un centro di accoglienza e lavorava in un negozio di vestiti.

Nell'agosto di quest'anno Michael permette perfino a Mohammed di trasferirsi in una casa di sua proprietà. Quella casa era stata di proprietà dei genitori di un suo amico e Michael, attivo nel settore immobiliare, non voleva venderla o affittarla a nessuno per il suo valore sentimentale. Il fatto che abbia permesso a Mohammed di viverci, affermano dei conoscenti del milionario tedesco, testimonia del rapporto di fiducia che si era instaurato tra i due.

Poco tempo il suo trasloco Mohammed annuncia al suo amico tedesco la sua intenzione di sposarsi con una donna siriana che aveva conosciuto durante la sua permanenza in Germania. E a breve si vedranno le prime avvisaglie che il migrante siriano, che tra l'altro non aveva mai ricevuto lo status di rifugiato ma non aveva potuto essere espulso perchè proeniente da un paese in guerra, non è così senza macchia come poteva sembrare.

La notte del suo matrimonio i festeggiamenti sono stati così rumorosi che un vicino ha dovuto chiamare la polizia. I vicini descrivono il matrimonio dei due siriani come tumuoltoso, lei nascosta dietro un velo integrale "che non siamo mai riusciti a vederla" e lui che "guardava costantemente altre ragazze". Dalla "loro" casa si sentivano costantemente litigi rumorosi.

Anche con Michael Mohammed litigava spesso, anche se non è chiaro quale fosse il motivo delle discussioni. Fatto sta che il 3 novembre Michael viene ritrovato morto a casa sua e Mohammed viene arrestato alcuni giorni dopo. Non ha ammesso i fatti ma la polizia si dice sicura che sia il migrante siriano sia l'autore dell'omicidio.

Guarda anche 

Scuola tedesca rifiuta l'ammissione di un bambino perchè il padre è di destra

Una scuola di Berlino ha rifiutato l'ammissione a un nuovo allievo perché suo padre è un politico del partito di destra AfD. La scuola Waldorf di Ber...
17.12.2018
Mondo

Moschee in Svizzera, un musulmano denuncia una radicalizzazione insidiosa

È una testimonianza interessante quella che riporta oggi “Le Temps”, dove un tunisino, musulmano credente, residente a Losanna denuncia un clima di rad...
17.12.2018
Svizzera

"Ai mercatini di Natale mettete il giubbotto antiproiettili", governo tedesco nella bufera

Polemiche in Germania per i consigli del ministro degli Interni Horst Seehofer, che raccomanda a chi visita mercatini natalizi di indossare giubbotti anti proiettile per ...
17.12.2018
Mondo

Per Angela Merkel, una volta adottato il Patto ONU per la migrazione "sarà valido per tutte le nazioni"

Rispondendo il 12 dicembre a una domanda del deputato AFD Martin Hebner al Bundestag Angela Merkel sostiene, che una volta adottato a New York il 19 dicembre prossimo il ...
14.12.2018
Mondo