Svizzera, 21 ottobre 2018

Patto ONU per la migrazione: Dovrà decidere il parlamento (e forse il popolo)

Vittoria importante per l'UDC sul Patto ONU per la migrazione. La commissione per le istituzioni politiche del Consiglio nazionale ha infatti invitato il Consiglio federale a non a firmare il Global Compact delle Nazioni Unite sulla migrazione e a sottoporre il trattato al Parlamento per la decisione finale. Durante la prossima seduta, inoltre, la commissione interrogherà membri del Consiglio federale e altri funzionari sulle implicazioni di questo trattato.

Secondo l'UDC, la firma del Patto per la migrazione non sarebbe compatibile con l'articolo costituzionale che richiede una gestione autonoma dell'immigrazione e ritiene "scandaloso" che il Consiglio federale abbia deciso cionostante di firmarlo. Questo trattato, il cui obiettivo dichiarato è stabilire tra i membri dell'ONU una migrazione "sicura, ordinata e regolamentata", per l'UDC faciliterebbe enormemente la partenza di immigrati verso paesi a loro scelta senza che i paesi di destinazione abbiano modo di opporvisi (maggiori informazioni sul Patto in questione sono disponibili negli articoli allegati). Per l'UDC la Svizzera deve tornare a gestire autonomamente l'immigrazione sul suo territorio.

In caso di voto in parlamento il trattato potrà essere eventualmente sottoposto a referendum, cosa che l'UDC auspica sin d'ora.

Guarda anche 

Cambio dipartimenti in Consiglio federale, “Sommaruga ai trasporti un disastro”

Com'era preannunciato vi saranno diversi cambiamenti dei Dipartimenti in Consiglio federale. L'UDC Guy Parmelin lascia la difesa, della protezione della popolazio...
10.12.2018
Svizzera

Accordo quadro: come al solito, chinati a 90 gradi!

Altro che “negoziazione”, è una capitolazione su tutta la linea. Ma il governicchio federale non ha il coraggio né di respingere l’immonda...
10.12.2018
Svizzera

In Belgio è crisi politica sul Patto ONU per la migrazione, i nazionalisti fiamminghi lasciano il governo

Il patto delle Nazioni Unite sulla migrazione ha creato una grave crisi politica in seno al governo belga. Il primo ministro Charles Michel (al centro nella foto) si &egr...
10.12.2018
Mondo

Migranti in piazza a Berna per protestare contro le espulsioni e la "cattiva" condizione di vita in Svizzera

Diverse centinaia di migranti e persone che li sostengono hanno manifestato sabato a Berna contro i rinvii dal territorio svizzero. I rifugiati dovrebbero poter scegliere...
09.12.2018
Svizzera