Sport, 05 ottobre 2018

A caccia del tris: il Lugano mette nel mirino i tigrotti

Questa sera i bianconeri proveranno a conquistare il terzo successivo consecutivo, sfruttando il favore pista. Ireland per la sfida della Cornèr Arena dovrà rinunciare ancora a Klasen e a Reuille

LUGANO – Dopo i due successi, molto diversi tra loro, conquistati contro il Losanna e l’Ambrì, il Lugano si appresta a tornare in scena questa sera quando, nuovamente alla Cornèr Arena, sbarcherà il Langnau.

Losanna e Ambrì sono comunque riusciti – i vodesi molto di più, c’è da ammetterlo – a mettere in evidenza le difficoltà, o per meglio dire i difetti, della truppa di Ireland che questa sera dovrà fare a meno di Klasen, lo svedese sembrava sul punto di giocare nel derby e invece deve alzare ancora bandiera bianca, e di Reuille, per un problema fisico. La buona notizia riguarda il rientro di Wellinger che dovrebbe essere del match.

Contro un Langnau capace di ottenere 9 punti – gli stessi del Lugano – ma con una partita in più disputata, i bianconeri dovranno cercare di imporre il proprio ritmo, di sbloccare la contesa e di gestirla a proprio piacimento. Il perché è presto detto: come è emerso anche dal derby, questo Lugano in questo momento non riesce a dare il meglio quando va sotto pressione, quando viene messo con le spalle al muro, anzi… è proprio lì che spesso vacilla. Se invece Chiesa e compagni riescono a sentire il match in pugno, ecco che tutto l’estro e la fantasia bianconera può venire a galla da un momento all’altro.

In vista della trasferta di sabato a Ginevra, centrare il bottino pieno oggi sarebbe fondamentale. Occorrerà essere attenti sia in fase di ripartenza che in quella di contenimento, occupando bene gli spazi specie nella zona neutra, chiudendo sempre sul terzo uomo, senza dare la possibilità ai Tigers di continuare a farsi minacciosi dalle parti di Merzlikins. Settimana scorsa, soltanto alcuni interventi superlativi di Conz, per esempio, permisero all’Ambrì di imporsi alla Ilfis, questo a dimostrazione che il Langnau non starà certo a guardare.

Guarda anche 

Daniele Casalini - Come è stato gestito internamente il cantiere del LAC?

Dagli organi di stampa (vedi Corriere del Ticino del 10.12.2018 u.s.) emerge pubblicamente che il LAC presenta già, dopo solo quasi 5 anni dalla sua ultimazione, d...
13.12.2018
Opinioni

Andrea Censi - Debiti di Campione d'Italia? Deduciamoli dai ristorni dei frontalieri

Il dissesto finanziario del Comune di Campione d’Italia è una situazione oramai nota a tutti. Dopo il recente fallimento della casa da gioco cittadina, fonte...
13.12.2018
Opinioni

Cruccio portieri: il Lugano guarda in Lussemburgo?

LUGANO – Che uno dei problemi di questo Lugano, e di quello della passata stagione, sia quello dei portieri è sotto gli occhi di tutti. Da Costa, che si &egr...
13.12.2018
Sport

Riecco Zeman: il boemo torna in panchina?

FOGGIA (Italia) – Dopo l’esperienza luganese, durante la quale aveva salvato i bianconeri al loro primo anno in Super League, disputando anche una finale di C...
10.12.2018
Sport