Svizzera, 02 ottobre 2018

I socialisti usano Trump, Putin e Erdogan per attaccare l'UDC

Il PS svizzero ha deciso di scomodare i potenti del mondo per la sua campagna contro l'iniziativa dell'UDC per l'autodeterminazione, in votazione il prossimo il 25 novembre. Come riporta il portale romand LeMatin, su un cartellone dei socialisti svizzeri si possono vedere il presidente americano Donald Trump, il presidente russo Vladimir Putin e quello turco Recep Erdogan riuniti sopra ad una scritta che recita "la Svizzera resiste".

Ma a chi o cosa sta resistendo la Svizzera e cosa c'entra l'iniziativa UDC per l'autodeterminazione? Per la Consigliera nazionale Valérie Piller Carrard (PS / FR): "Nella loro politica, questi tre presidenti indeboliscono la protezione internazionale e il multilateralismo. A modo loro, sfidano i diritti umani e la difesa delle minoranze. L'iniziativa dell'UDC vuole anch'essa seguire questo percorso contro il quale vogliamo combattere ".

Edito nelle tre lingue nazionali, il cartellone verrà affisso nelle prossime settimane in vista della campagna. Chissà se le ambasciate di questi tre paesi avranno osservazioni da fare al DFAE ...

Guarda anche 

Usa, la sinistra picchia duro: botte a chi sostiene Trump

Negli Stati Uniti si aggira uno spettro inquietante: è quello della “guerra civile”. Esagerazione? A giudicare dagli innumerevoli e...
19.10.2018
Mondo

Gli USA di Trump spodestano la Svizzera nella classifica dei paesi più competitivi

Gli Stati Uniti sono il paese più competitivo e più innovativo del mondo, ha rivelato mercoledì una classifica compilata dal World Economic Forum (WE...
18.10.2018
Mondo

L'immigrazione aumenta nuovamente (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa che doveva limitarla)

Da tre mesi circa è in vigore la legge che dovrebbe applicare l'iniziativa contro l'immigrazione di massa, accolta dalla popolazione svizzera il 9 febbraio...
17.10.2018
Svizzera

"I tribunali accordano la priorità al diritto internazionale", parola del portale della Confederazione

SwissInfo.ch è un portale online finanziato interamente attraverso fondi pubblici e opera su un "mandato d'informazione all'estero conferitole dalla C...
16.10.2018
Svizzera