Opinioni, 31 agosto 2018

Mentre Borradori e tutto il CdA si adoperano per salvare aeroporto e dipendenti, gli avvoltoi volano alti nel cielo

Nei cieli che sovrastano l`aeroporto di Lugano a far compagnia al gufo degno concorrente di quello di Fantozzi è arrivato uno stormo di avvoltoi sghignazzanti

Sui vari media cartacei ed online, dopo l`annuncio funebre della compagnia aerea bernese, diversi politici comunali e cantonali sono riusciti a dare il peggio di sé, sputando bile sull`aeroporto ed il suo Consiglio d`Amministrazione con un percepibile sentimento di compiacimento. Accuse d`incompetenza e mancato impegno, richieste di dimissioni, «io l`avevo detto» e «chiudiamo l`aeroporto», tutte sentenze che se espresse da un internauta poco attento sui social media potrebbero anche esser accettate, ma da dei rappresentanti politici personalmente le ritengo dei vili attacchi a chi per l`aeroporto negli ultimi mesi ha messo cuore ed energie, dal CdA ai lavoratori. CdA in corpore, dove sono rappresentati tutti i partiti, anche quelli che oggi ne contestano l`operato e soprattutto i dipendenti di Lugano Airport che in una situazione non idilliaca continuano a crederci ed impegnarsi per il futuro dello scalo.

Non parliamo di una campagna politica o ideologica, parliamo di una società che offre servizi e che dà lavoro ai ticinesi, che non ha colore o appartenenza partitica.
Mentre il CdA si sta adoperando per difendere una realtà troppo importante per Lugano e per il Cantone sia per il potenziale indotto economico che per i posti di lavoro, c’è chi si impegna solo a scagliare giudizi e veleno infischiandosene completamente degli interessi del cittadino.

Chi oggi gioisce della situazione critica, solo per avere la possibilità di ritagliarsi quel momento di gloria sui giornali, non merita di ricoprire una carica politica e rappresentare le istituzioni.
Personalmente rinnovo la mia fiducia al CdA ed ai collaboratori di LASA che so faranno di tutto per trovare delle soluzioni per rilanciare lo scalo e mantenere i posti di lavoro, mentre gli avvoltoi aspettino tranquilli sui rami di qualche albero vicino, l`aeroporto non è morto.

Andrea Censi, consigliere comunale della Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

Andrea Censi - Nessuna pietà per il diritto internazionale, a casa nostra decidiamo noi

Il 25 novembre il popolo svizzero sarà chiamato alle urne per esprimersi sull'iniziativa per l'autodeterminazione, ovvero sancire una volta per tutte la su...
12.11.2018
Opinioni

Censi: "Conti in tasca alla cultura luganese: quanto spende la Città per queste attività?"

È ormai un luogo comune che la Lega sia contro la cultura, ma non è assolutamente vero. La Lega si batte per una giusta allocazione delle risorse e combatte...
05.11.2018
Opinioni

Censi: "Indipendenza, libertà e solidarietà sono i nostri valori. Identità non è una brutta parola!"

Stimate Autorità, care cittadine, cari cittadini, amiche e amici è un onore poter essere oggi qui con voi e vorrei ringraziare in particolar modo la n...
03.08.2018
Opinioni

Lugano in cifre: il Lido comunale a quota 186'000 visitatori, il LAC può "accompagnare solo"...

Fra dati demografici, economici e fiscali, a balzare all'occhio è il numero dei visitatori alla voce cultura e sport. Difatti il solo Lido di Lugano ha ricevut...
27.07.2018
Ticino