Sport, 12 agosto 2018

Ceesay felice a metà: “Bene la doppietta, ma senza vittoria…”

Il giovane attaccante sta facendo ricredere tutti, mettendo in mostra ottime prestazioni: velocità e fiuto del gol non gli mancano

LUGANO – L’attaccante scoordinato e con lacune tattiche evidenti, costretto a trasferirsi a Chiasso lo scorso anno per fare esperienza e maturare, non c’è più. Quello tornato a Cornaredo, anche grazie al duro lavoro sostenuto fin dai primi giorni di ritiro di questa stagione, è un Assan Ceesay 2.0, più moderno, perfezionato e più performante.

Magari non riesce a far salire la squadra coprendo il pallone, ma non sono quelle le sue caratteristiche, magari non sempre indovina il taglio in area davanti al difensore, ma quando lo fa è assolutamente letale: ieri sera i difensori del GC non sapevano più come fermarlo e fino all’81’ – ovvero al momento del cambio – avevano decisamente il mal di testa.

Il gambiano è tornato a parlare del pareggio maturato proprio contro le Cavallette: “Abbiamo giocato bene, non meritavamo di subire il 2-2 – ha spiegato – Non è un risultato giusto e la mia doppietta non mi soddisfa a pieno così”.

Eppure Ceesay avrebbe comunque di che sorridere, visto che sta scalando le gerarchie di Abascal: ora l’attaccante di riferimento è proprio lui. “È chiaro che per un attaccante è importante segnare, fa bene sia individualmente che alla squadra. Ma se poi i risultati non arrivano… contro il GC preferivo non segnare e vincere: sono triste per questo. Per quanto riguarda invece la mia situazione, chiaramente sono contento di giocare, ma ho ancora molto da fare e da migliorare: ho lavorato molto fin qui e devo continuare così”.

Guarda anche 

“La put..na di tua nonna”: Henry perde la testa

MONTECARLO (Principato di Monaco) – Umiliato in campo, penultimo in campionato, con una salvezza sempre più lontana: se Thierry Henry voleva iniziare il suo ...
21.01.2019
Sport

HOCKEYBET – Lugano e Ambrì: troppa fiducia verso di voi!

LUGANO/AMBRÌ – Il primo weekend caratterizzato dal nuovo gioco lanciato dal “Mattinonline”, l’”Hockeybet”, ha mostrato dati abb...
21.01.2019
Sport

Silenzio, parla Del Curto: "Esperienza affascinante ma Zurigo non è Davos..."

ZURIGO - Quando Amo del Curto lasciò Zurigo, l’Hallenstadion era ancora uno impianto vetusto con le tribune in legno e la pista per le Sei giorni ciclis...
21.01.2019
Sport

Sadiku, storia di un attaccante che ha scalato l’Everest

LUGANO - Il titolo si presta all’equivoco. In realtà è soltanto un modo di spiegare chi sia Armando Sadiku, attaccante albanese di 27 anni, che n...
21.01.2019
Sport