Mondo, 08 agosto 2018

Mutilavano come carne da macello braccia e gambe, per truffare le assicurazioni. Le vittime erano consenzienti

Palermo, scoperte bande criminali che massacravano gli arti delle persone fingendo gravi incidenti.

Scovate in Italia due bande criminali che mutilavano gambe e braccia per incassare soldi dall’assicurazione. I fatti sono accaduti a Palermo dove due bande criminali hanno tagliato e “macellato” lanciando pesanti dichi in ghisa decine di persone per ingannare le assicurazioni fingendo gravi incidenti. Tra i membri dei gruppi anche una donna, un’infermiera che si occupava di procurare gli anestetici.

A quanto risulta i metodi utilizzati per amputare le parti del corpo erano a dir poco disumani e violenti. Braccia e gambe messi su blocchi di cemento come carne da macello per poi essere brutalmente tagliati, schiacciati e deformati.

Le atrocità commesse sono state scoperte dalle autorità di Palermo quando è stato trovato un cadavere nella periferia di Palermo vicino ad una strada.
Guidata dal questore Renato Cortese la polizia ha poi accertato che non si trattava di un incidente stradale come a primo impatto poteva sembrare ma, la vittima era deceduta per colpa di gravi ferite non accidentali ed esageratamente brutali. Nel susseguirsi delle indagini si è scoperto che l’uomo, di nazionalità tunisina era una vittima “dei falsi incidenti” provocati da due gruppi di criminali, che muovendosi nella malavita adescavano le persone ai margini della società come tossicodipendenti, persone affette da deficit mentali o handicap. Persone facili da corrompere con piccole promesse.
Una volta avvenuta la mutilazione la persona doveva chiedere il risarcimento per danni per poi darne una grossa parte ai criminali.
A capo dell’organizzazione è risultato esserci un perito assicurativo.

Guarda anche 

Compra un contratto di lavoro fittizio per ottenere il permesso di dimora, le autorità non intervengono

Che in Svizzera, e in particolare in canton Ticino, esista il fenomeno dei permessi fittizzi, ossia di persone straniere che sono in possesso di permessi di residenza sen...
08.10.2018
Ticino

Al pranzo del Papa i migranti clandestini non possono partecipare "per motivi di sicurezza"

Nonostante Papa Bergoglio si sia sempre professato per l'accoglienza dei migranti e per l'immigrazione illimita, « dimenticandosi » allo ste...
18.09.2018
Mondo

Il truffatore kosovaro in invalidità e la BMW X5

Gli spalancatori di frontiere multikulti verranno di sicuro a dirci che si tratta di un “caso isolato”: l’ennesimo, ovviamente. Un 53enne kosovaro in in...
11.08.2018
Svizzera

Truffa rip-deal, preso a calci nell'abitacolo di un auto 51enne del canton San Gallo

Rapina a Paradiso, un 51 enne domiciliato nel canton San Gallo è stato derubato dei soldi di una presunta compravendita, di seguito è stato preso a calci ne...
08.08.2018
Ticino