Opinioni, 05 agosto 2018

Ghiringhelli accusa i media ticinesi: "I silenzi di una stampa rassegnata all'islamizzazione"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del fondatore de "Il Guastafeste" Giorgio Ghiringhelli dove accusa quasi tutti i media di silenzio stampa (mattinonline.ch escluso).

Egregi redattori, 

in Ticino nessun organo di informazione (a parte il mattinonline.ch e RadiofiumeTicino) ha dato la notizia del lancio di un nuovo Premio a livello nazionale denominato "Swiss Stop Islam Award" (vedi www.ilguastafeste.ch) destinato a ricompensare chi in questo Paese si batte contro l'islamizzazione e la radicalizzazione.

Brutto segno da parte di una stampa ormai rassegnata e sottomessa alla colonizzazione islamica,  la quale considera che i  "cattivi" non sono coloro che mirano a conquistare l'Europa ma coloro che invece non si rassegnano a essere conquistati...

La triste notizia di questa censura di massa ha superato i confini nazionali ed è sbarcata in Francia grazie a un articolo di Anna Lauwaert ( che fra l'altro è una delle candidate a ricevere il premio) pubblicato sul sito anti-Islam più famoso della Francia(vedi link qui sotto), ossia Ripostelaique del comunista Pierre Cassen, che si batte da anni a favore della laicità messa in pericolo proprio dall'Islam.

https://ripostelaique.com/la-presse-suisse-censure-le-swiss-stop-islam-award
.html 

IN allegato vi trasmetto per conoscenza un articolo apparso oggi sul SonntagsBlick. Per fortuna che in questa libera e democratica Svizzera c'è ancora qualche organo di informazione che - come piacerebbe a Voltaire - anche se magari non condivide l'operato di chi si ribella all'imperante
dittatura del "pensiero unico" , fa il suo dovere di informazione e lascia che siano i lettori a giudicare...

Concludo con un pensiero, o meglio una minacciosa profezia che si sta avverando ,  di uno dei padri spirituali dei potentissimi Fratelli Musulmani, Youssef al Qaradawi, rivolto agli occidentali : "Con le vostre leggi democratiche vi conquisteremo e poi con le nostre leggi coraniche vi domineremo"...

Ma chi, come tutti i candidati allo "Swiss Stop Islam Award" ,  si oppone all'islamizzazione e si ribella a questa chiara strategia di conquista cercando di aprire gli occhi della gente in modo civile e documentato vien considerato dalla quasi totalità della nostra stampa (che non ha ancora
capito cosa sta succedendo)  un provocatore e un estremista...E' il mondo che va alla rovescia ! 

Giorgio Ghiringhelli

Guarda anche 

Moschee in Svizzera, un musulmano denuncia una radicalizzazione insidiosa

È una testimonianza interessante quella che riporta oggi “Le Temps”, dove un tunisino, musulmano credente, residente a Losanna denuncia un clima di rad...
17.12.2018
Svizzera

Discretamente, il Toblerone è diventato un prodotto halal

Il Toblerone è un prodotto certificato halal dall'aprile del 2018. Il suo proprietario, il gruppo alimentare statunitense Mondelez, ha ottenuto la certificazio...
17.12.2018
Svizzera

Svelati i tre vincitori dello “Swiss Stop Islamization Award 2018”

Il movimento “Il Guastafeste” ha svelato oggi i tre vincitori del concorso “Swiss Stop Islamization Award 2018”. Lo scopo del concorso, ideato dal...
29.11.2018
Svizzera

Quando la libertà di espressione può essere limitata per preservare la pace religiosa

Negli scorsi giorni la Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) ha preso una decisione che potrebbe costituire un pericoloso precedente giuridico per chiunque, ap...
12.11.2018
Opinioni