Mondo, 15 luglio 2018

In Germania ondata di aggressioni sessuali nei cimiteri, i media tedeschi spiegano come bisogna comportarsi in casi simili

Dopo aver visto un'ondata di aggressioni sessuali nei suoi cimiteri, l'ultimo in ordine di tempo sabato scorso ai danni di una 61enne, in Germania i giornali chiedono ormai alla polizia consigli su come comportarsi in queste situazioni. « Delitti sessuali nel cimitero, ecco come comportarsi » è il titolo di un articolo che un lettore del giornale Hanauer Anzeiger poteva leggere lo scorso 9 luglio. « Sabato scorso una donna è stata molestata sessualmente nel cimitero, abbiamo chiesto alla polizia come comportarsi per proteggersi da situazioni simili » recitava il sottotitolo.


Il contenuto dell'articolo, ossia i consigli della polizia « per proteggersi da tali situazioni » è un insieme di consigli su come comportarsi quando si viene aggrediti in queste occasioni. Il primo consiglio consiste nel dire « NO » ad alta voce all'aggressore e recitare ad alta voce la frase « Mi lasci stare ! Come le passa per la testa di molestarmi ». L'obbiettivo è, se non di dissuadere l'aggressore, quello di attirare l'attenzione di qualcuno nelle vicinanze, sperando sia disposto ad aiutarvi. I consigli seguenti sono altrettanto utili, e consistono nel chiamare la polizia, non andare al cimitero da soli se possibile, fare attenzione alle persone sconosciute ed evitare « confrontazioni » con queste. E se nel caso queste misure non fossero stati sufficienti e siete stati comunque aggrediti, la polizia consiglia di denunciare l'aggressore il prima possibile e di tenere a mente i particolari fisici e il colore dei vestiti indossati da chi vi ha aggredito. 


Come detto il caso della 61enne citato prima è uno dei diversi casi successi negli scorsi mesi in Germania. Il primo caso registrato quest'anno risale al 16 febbraio a Viersen una 65enne è stata brutalmente attaccata e poi violentata da un « africano dell'ovest ». Appena due giorni dopo a Bochum una 33enne è stata ripetutamente violentata da un 30enne. In aprile una 12enne è stata violentata a Essen da un uomo « dalle sembianze asiatiche ».Il penultimo caso in giugno quando una 51enne viene colpita ripetutamente al volto in un cimitero di Wuppertal. L'ulimo, già citato, a Hanau dove una 61enne è stata molestata da un uomo descritto come « tra i 20 e i 25 anni, magro con gli occhi e cappelli scuri ». L'uomo dopo aver palpato la donna si sarebbe poi calato i pantaloni ma è fuggito quando ha visto la donna chiamare la polizia. 

(Fonte: voiceofeurope.com)

Guarda anche 

Con l'Accordo quadro più aiuti sociali ai cittadini UE? "Condizioni inaccettabili, è ora di staccare la spina"

Gli ultimi sviluppi riguardo all'Accordo quadro che Unione europea e Svizzera stanno negoziando da ormai diversi anni, riportati dalla stampa domenicale svizzerotedes...
22.10.2018
Svizzera

Sorrisi e testa sulle spalle: l’Ambrì è una bella realtà

AMBRÌ – Sembra davvero non volersi fermare più, sembra davvero non saper far altro che vincere: l’Ambrì in questa fase di stagione sta le...
22.10.2018
Sport

Folla di migranti verso gli USA, l'ira di Trump

Una folla di migranti, quasi tutti cittadini dell'Honduras, si sta dirigendo verso nord in direzione degli Stati Uniti. È l'ultimo, e certamente il pi&ugra...
22.10.2018
Mondo

Renzetti: “Ci voleva una vittoria così! Celestini? Finalmente giochiamo senza passaggini”

LUGANO – C’erano sorrisi, tanti sorrisi ieri sera dalle parti di Cornaredo al termine della vittoriosa e convincente prestazione offerta dal Lugano al cospett...
22.10.2018
Sport