Sport, 05 luglio 2018

Neymar e le simulazioni: ha passato a terra 14’!

Il talento del Brasile ha subìto ben 23 falli nel torneo, ma contro il Messico è rimasto sdraiato sull’erba per cinque minuti e mezzo

MOSCA (Russia) – Col pallone ai piedi è un fenomeno, sa essere decisivo e incisivo, e su questo nessuno può dire nulla, ma Neymar in questo Mondiale sta passando alle cronache anche per le simulazioni e per il tempo che resta a terra, dopo ogni fallo subìto (ben 23 fin qui) e non.

In pochi fino ad ora lo hanno difeso, nonostante i tanti colpi subiti. Su internet i meme si sono sprecati, è anche vero che O’Ney potrebbe pagare ancora mentalmente non solo l’infortunio subìto col PSG durante la stagione, che lo ha tenuto lontano dai campi per 3 mesi – era anche in dubbio per il Mondiale – ma anche quel brutto fallo di Zuniga di quattro anni fa, che gli costò la semifinale con la Germania… ma in effetti sta esagerando.

Uno studio condotto da RTS ha stabilito che Neymar in questo Mondiale è rimasto a terra, dopo falli più o meno subiti, per ben 13’50”, con una media di 207,5 secondi a partita! Col Messico, soprattutto per la simulazione sul tocco di Layún, è rimasto sdraiato sull’erba per cinque minuti e mezzo.

Le critiche ricevute hanno portato lo stesso Neymar a riderci sopra, tanto da simulare un fallo mercoledì durante l’allenamento della Seleçao.

Guarda anche 

Escort pagate agli arbitri per aggiustare le partite: il Benfica nei guai

LISBONA (Portogallo) – Un nuovo scandalo rischia di abbattersi sul mondo del calcio, e in particolare sul Benfica: questa volta si tratta di uno scandalo a “l...
23.09.2018
Sport

“I calciatori sono bestie, ma prima ero come loro”

ROMA (Italia) – Siamo abituati a definirli “viziati”, “superficiali” perché con i loro stipendi milionari possono praticamente fare t...
22.09.2018
Sport

Pugno duro a Fenati: squalificato per tutto il 2018

ASCOLI (Italia) – La stagione di Romano Fenati è praticamente finita. La Federazione Motociclistica Internazionale, infatti, ha deciso di inasprire la pena a...
21.09.2018
Sport

Lugano, missione sangallese. E se Renzetti vuole la top-4…

SAN GALLO – Tre settimane di pausa possono bastare. Prima le nazionali, poi la Coppa svizzera: il Lugano, così come tutte le altre squadre di Super League, i...
23.09.2018
Sport