Mondo, 30 giugno 2018

"Sta nascendo un nuovo ordine mondiale post-occidente"

Un nuovo ordine multipolare, guidato dall'economia e dalla storia, sta emergendo nel mondo e i tentativi dell'occidente di fermarlo o di rallentarlo difficilmente riusciranno, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov (nella foto) al canale britannico “Channel 4”.


"Penso che stiamo entrnado in un nuovo ordine mondiale post-occidentale", ha detto Lavrov al in un'intervista a Channel 4 ieri. "È un'epoca storica, se vuole. Certamente, dopo cinque o più secoli di dominio dell'Occidentenon è molto facile adattarsi alle nuove realtà che ci sono altri poli economici, finanziari e politicu", ha aggiunto, indicando Cina, India e Brasile .


Alla domanda se la Russia stesse contribuendo a plasmare questo ordine mondiale, Lavrov ha risposto che era piuttosto il prodotto della storia e dello "sviluppo stesso".


"Non potete davvero sperare di contenere [questi] nuovi paesi emergenti. Non si può davvero ignorare il loro ruolo nel commercio mondiale e nell'economia mondiale ", nonostante i tentativi di rallentare il processo con sanzioni e tariffe, ha detto il diplomatico russo.


L'Europa è "certamente un pilastro molto importante di qualsiasi ordine mondiale", ha aggiunto Lavrov, ma deve decidere se rimanere dipendente dagli Stati Uniti o diventare più autonoma. A titolo illustrativo, Lavrov ha sollevato la crisi dei migranti a cui l'Europa sta facendo fronte praticamente da sola.


"La NATO ha bombardato la Libia, trasformando la Libia in un buco nero attraverso il quale ondate di migranti, migranti illegali, si sono precipitati in Europa. Ora l'UE sta pulendo I cocci della porcellana rotta per la NATO ", ha detto Lavrov.


Le relazioni della Russia con l'Occidente, che si sono acuite in modo drammatico dopo il colpo di stato sostenuto dall'UE in Ucraina nel 2014, saranno tra gli argomenti discussi al vertice di luglio tra il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in Finlandia.


Durante l'intervista, Lavrov ha inoltre smentito le speculazioni di Channel 4 secondo cui la Russia sarebbe pronta a consegnare l'informatore della NSA Edward Snowden, a cui ha concesso asilo politico, in cambio della revoca delle sanzioni statunitensi e dell'UE.

 


Guarda anche 

Una coppia dice di voler aiutare un senzatetto, raccolgono quasi mezzo milione ma lui non vede un soldo. Ora rischiano fino a 10 anni di prigione

La commovente storia di una coppia aveva ha promosso una raccolta fondi per aiutare un senzatetto era diventata rapidamente una sensazione internazionale raccogliendo olt...
19.11.2018
Mondo

La gang "più brutale del mondo" si sta insediando alle porte del Ticino

Un gruppo di ragazzi si precipita su un ragazzo di 17 anni. Lo picchiano, gli tirano calci e infine lo pugnalanoe. È gravemente ferito, con il polmone destro perfo...
17.11.2018
Ticino

A Los Angeles rimuovono la statua di Colombo, "era un genocida"

Da qualche anno negli Stati Uniti c'è una “guerra delle statue”, cioè una serie di richieste, portate avanti da gruppi di sinistra, per abba...
15.11.2018
Mondo

Trump attacca Macron, "il suo problema è che ha un indice di gradimento molto basso"

Donald Trump ha attaccato su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron in una serie di messaggi piuttosto virulenti, due giorni dopo il suo ritorno a Parigi dove si ...
14.11.2018
Mondo