Sport, 23 giugno 2018

La Serbia presenta ricorso, la FIFA valuta sanzioni contro Shaqiri e Xhaka?

La Federazione serba contesta l'operato dell'arbitro e l’esultanza a sfondo politico dei due giocatori elvetici, cosa osteggiata da sempre dalla FIFA stessa

KALININGRAD (Russia) – Ci hanno fatto gridare, esultare e saltare di gioia ieri sera con quei due gol che hanno steso la Serbia. Quei due sinistri, così diversi uno dall’altro che hanno avuto, però, lo stesso comun denominatore: quello di aver gonfiato la rete della porta serba.

Ora però Xhaka e Shaqiri potrebbero regalarci qualche grattacapo a causa delle loro esultanze fatte con le braccia incrociate sul petto, mani aperte a simboleggiare un’aquila, l’aquila bicefala simbolo dell’Albania a mo’ di scherno verso i tanti tifosi serbi.

La federazione serba, infatti, nella notte ha presentato ricorso per l'operato dell'arbitro Brych - per il mancato uso della VAR in occasione del possibile fallo da rigore subìto da Mitrovic nel secondo tempo - e per l'esultanza dei due elvetici.

Ovviamente Xhaka e Shaqiri hanno entrambi ragioni personali, legate alle loro origini per spiegare questo gesto, ma tale esultanza non è passata inosservata neanche agli occhi dei membri della FIFA.

In campo calcistico internazionale, infatti, la federazione osteggia da sempre e in maniera intransigente ogni tipo di messaggio, riferimento o esultanza di stampo politico. Potrebbero scattare sanzioni o addirittura squalifiche?

Non resta che aspettare e capire cosa accadrà…

Guarda anche 

Per la giustizia UE le misure di accompagnamento sono illegali

Una decisione della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) relativa all'Austria potrebbe avere serie ripercussioni sulle possibilità di un accordo i...
15.11.2018
Svizzera

Da 30 anni in Svizzera, non ha lavorato un giorno

Di nazionalità algerina, Mehdi (nome di fantasia) risiede in Svizzera, a Bulle nel canton Friborgo, da 30 anni. Arrivato come clandestino riesce a rimanere sul ter...
15.11.2018
Svizzera

Fischi e poco pubblico: Cornaredo ha condizionato la Svizzera? “È stata una partita diversa da quelle che di solito giochiamo”

LUGANO – Dopo 62’ vissuti in panchina, a sostenere i suoi compagni da bordo campo, è stato gettato nella mischia da Vladimir Petkovic per cercare di da...
15.11.2018
Sport

L’esordio in maglia rossocrociata e il ko col Qatar. Benito si racconta: “Ci è mancata un po’ di fiducia”

LUGANO – Facce tese, volti tirati, espressioni deluse e arrabbiate: così apparivano questa sera i ragazzi di Petkovic al termine dell’amichevole di Cor...
15.11.2018
Sport