Sport, 11 giugno 2018

Cristiano Ronaldo, Messi e gli altri: ecco le stelle del Mondiale

Mancano solamente due giorni all'avvio della manifestazione intercontinentale: ecco i giorni da segnare e i giocatori più attesi

MOSCA (Russia) – Il countdown è praticamente terminato: ancora 2 giorni e poi finalmente sarà Mondiale. L’appuntamento tanto atteso da quattro anni è finalmente arrivato e allora… prepariamoci a viverlo con entusiasmo e passione. Saranno 32 le squadre che si daranno battaglia per salire sul tetto del Mondo; saranno tantissimi i campioni attesi, così come le formazioni accreditate al successo finale, anche se fanno ancora rumore le esclusioni di squadre come l’Italia, il Ghana, il Cile o l’Olanda…

La fase a gironi del Mondiale (al quale partecipa ovviamente anche la Svizzera) inizierà il 14 e terminerà il 28 giugno: a partire dal 30 ecco che prenderà il via la fase a eliminazione diretta, con le due semifinali previste il 10 e l’11 luglio. La finalissima si terrà il 15 a Mosca, mentre il giorno prima si disputerà il match valido per  il terzo-quarto posto (a San Pietroburgo). Tra le protagoniste più attese ecco l’Argentina, la Francia, la Spagna, il Brasile (il nostro primo avversario, domenica sera a Rostov) e la Germania. Già nella fase a eliminazione diretta potremo assistere a match davvero interessanti: nel Gruppo B, ad esempio, il 15 giugno si giocherà (ore 20) il derby Spagna-Portogallo, mentre nel Gruppo D, il 21 giugno, si disputerà l’equilibratissima Argentina-Croazia. Da non perdere neanche Inghilterra-Belgio, sfida valida per il Gruppo G che si terrà il 28 giugno.

In Russia si riproporrà, forse per l’ultima volta in un Mondiale, lo scontro tra titani tra Messi e Ronaldo. Il primo è chiamato a inseguire quel successo solo sfiorato quattro anni fa in Brasile – quando la Germania si impose per 1-0 al supplementare grazie alla rete di Götze –, mentre il secondo potrebbe sognare di centrare la doppietta Europeo-Mondiale che lo consacrerebbe ancora di più a livello intercontinentale.

Sono loro i campioni più attesi, assieme a Neymar del Brasile, ma i verdeoro possono contare anche sul portiere Alisson, su Marcelo, Countinho e Gabriel Jesus solo per citarne alcuni. La Germania potrà sfoggiare il suo centrocampo fatto di muscoli e qualità, grazie a Draxler, Gündogan, Özil e Kroos, mentre la Spagna può fare affidamento su Iniesta, Sergio Ramos, Isco e Asensio. Attenzione anche alla Francia che in attacco potrà schierare Griezmann, Dembélé e Mbappé, oltre a Pogba a centrocampo. E cosa dire dell’Inghilterra formato Tottenham con Kane e Dele Alli, oltre a Rashford e Sterling in arrivo da Manchester?

Sarà un Mondiale interessantissimo ed equilibratissimo, anche perché le sorprese sono sempre dietro l’angolo e quindi attenzione alla Croazia di Modric, al Belgio di De Bruyne, Hazard e Mertens, all’Uruguay di Cavani e Suarez, o alla Polonia di Lewandowski e Milik. Il calcio africano, infine, riuscirà a far parlare nuovamente di sé? Per informazioni bisognerebbe chiedere all’Egitto che, però, è legato a doppio filo alle condizioni fisiche di Mohamed Salah, reduce da una stagione incredibile e che sta recuperando dall’infortunio patito durante la finale di Champions League.

Guarda anche 

“L’omosessualità nel calcio? Fare coming out è difficile”. Parola di Giroud

PARIGI (Francia) – È da sempre un tema complicato, difficile da trattare e da affrontare da parte dei calciatori, forse impauriti da cosa potrebbero pensare ...
16.11.2018
Sport

Wanda Nara rincara la dose: dopo la foto piccante ecco il commento…

MILANO (Italia) – Torna a “colpire” Wanda Nara con una nuova foto pubblicata sul proprio account di Instagram. Un selfie che ritrae la compagna di Mauro...
16.11.2018
Magazine

Il bello di giocare contro Messi? “Lo riempi di calci e lui…”

MADRID (Spagna) – È tempo di nazionali, è tempo di Nations League e di amichevoli, ma c’è già chi si proietta al weekend successiv...
16.11.2018
Sport

Fischi e poco pubblico: Cornaredo ha condizionato la Svizzera? “È stata una partita diversa da quelle che di solito giochiamo”

LUGANO – Dopo 62’ vissuti in panchina, a sostenere i suoi compagni da bordo campo, è stato gettato nella mischia da Vladimir Petkovic per cercare di da...
15.11.2018
Sport