Il Mattino saluta il nuovo Consigliere di Stato: “Auguri Claudio”

Il Mattino saluta il nuovo Consigliere di Stato: “Auguri Claudio”

Ticino | 27 ottobre 2013 - 09:02 | 1 Commento

OGGI SUL MATTINO – Il nuovo Consigliere di Stato Claudio Zali salutato dal Mattino: “E’ un leghista della prima ora e con una carriera professionale di grande successo. L’uomo giusto per raccogliere una pesante eredità”

Il coordinatore della Lega Attilio Bi­gnasca l’aveva promesso: entro la fine della corrente settimana si sa­rebbe saputo il nome del nuovo Con­sigliere di Stato. Ossia di colui che a giorni prenderà il posto del com­pianto Michele Barra. La promessa è stata mantenuta. Il nuovo Consigliere di Stato è Claudio Zali.

Si tratta sicuramente di un “profilo alto”: classe 1961, originario di Viga­nello, Zali è presidente del Tribunale penale cantonale. Ma è anche un le­ghista della prima ora. Si candidò in­fatti per il tribunale d’appello nel 1992 (allora l’elezione avveniva in sede popolare).

Ossia quando figu­rare su una lista della Lega co­stituiva una sorta di segno d’infamia che portava a pe­santi ritorsioni sia personali che professionali. Zali ebbe il corag­gio di “metter fuori la faccia” come leghista ai tempi in cui farlo non era certo da tutti.

Inoltre, Zali, già negli anni scorsi, era stato contattato dal Nano in vista di una sua possibile candidatura per il Consiglio di Stato.

Zali ha dichiarato di accettare la nuova sfida «con entusiasmo» e di es­sere fermamente intenzionato a fare sua la battaglia contro l’invasione dei padroncini, in cui così bene si era di­stinto Barra nel suo breve mandato. Zali andrà dunque a Bellinzona per fare il vero leghista. E, quando ci sarà bisogno di confrontarsi a muso duro, siamo sicuri che non si tirerà indietro. I vertici della Lega sono giunti alla scelta di Zali all’unanimità ed in tempi molto brevi.

Tempi brevi cer­tamente non per mancanza di ri­spetto nei confronti del compianto Michele Barra, ma per senso di re­sponsabilità nei confronti del Can­tone, che non poteva essere lasciato a lungo con un governo amputato. Zali ha raccolto consenso unanime, senza conflitti. La Lega, per l’enne­sima volta, si è dimostrata unita.

Alla faccia dei pennivendoli antileghisti che non hanno nemmeno atteso il fu­nerale di Barra per lanciarsi nelle spe­culazioni più inverosimili sulla sua successione. Tutto nel vano tentativo di creare delle divisioni all’interno della Lega. Ma gli è andata di nuovo buca.

Quella di Zali è sicuramente un’ot­tima scelta. Anche dalla redazione del Mattino, auguri di buon lavoro nel­l’interesse del Ticino e dei Ticinesi.

MDD

Per leggere l’edizione online del Mattino della Domenica clicca qui


Tags: , , , , , ,

Leggi anche...

Il Mattino saluta il nuovo Consigliere di Stato: “Auguri Claudio”



Commenti (1)

Trackback URL | Commenti RSS Feed

  1. KOPFLOS scrive:

    Io l’ho conosciuto ai tempi del liceo e università:
    non mi era cosi facile accettarlo per quello che era e qualità chè io non ho sviluppato, col senno di poi (30 e + anni dopo….)

    Claudio forza!!! Pica come l’è che sa dev e come the set bon a fag

Commenta

Esegui il login per commentare..