D’Errico: “Di Patria ce n’è una sola. O si è svizzeri o si è stranieri: no ai passaporti plurimi!”

D’Errico: “Di Patria ce n’è una sola. O si è svizzeri o si è stranieri: no ai passaporti plurimi!”

Sono contrario ai doppi passaporti, perché penso che di Patria ce ne sia una sola. Gli stranieri che chiedono il passaporto svizzero, se davvero sono integrati e sinceramente legati al nostro paese, dovrebbero essere pronti a rinunciare a quello d’origine: in caso contrario, significa che alla base della richiesta di naturalizzazione vi è solo un motivo di convenienza e di interessi. Infatti, in Consiglio comunale ci sono capitati svariati casi di stranieri non integrati, che pretendevano il passaporto svizzero per i vantaggi che esso offre e che non avrebbero mai accettato di rinunciare al proprio passaporto originario.

Quindi, per arginare le naturalizzazioni facili volute dai socialisti e dagli spalancatori di frontiere, sarebbe utile introdurre l’obbligo di rinunciare al passaporto d’origine. D’altronde questo accade già in molti altri paesi, tra cui Giappone e Austria. Perciò, o si è svizzeri o si è stranieri: no ai passaporti plurimi!

Aron D’Errico