Chi ama gli animali NON può essere favorevole ai fuochi d’artificio

Chi ama gli animali NON può essere favorevole ai fuochi d’artificio

I fuochi d’artificio inquinano l’aria con le polveri fini che rilasciano. Le polveri fini si posano ovunque, anche sulle acque di fiumi e laghi. Quest’acqua è ambiente naturale di tanti animali e quest’acqua viene bevuta da tanti animali.

I fuochi d’artificio terrorizzano gli animali selvatici e domestici: i nostri cani, i nostri gatti e tutti gli altri che non hanno casa.

I gatti domestici possono tornare a casa con buchi causati da residui di fuochi d’artificio e il proprietario se ne accorge magari troppo tardi, quando l’infezione è troppo profonda e non si può più far niente. Di conseguenza l’animale deve essere eutanasiato.

I cani scappano senza più sapere dove vanno, causando incidenti, mettendo in pericolo la propria vita e quella degli altri, o semplicemente la propria vita, perchè non torneranno mai più a casa.

I fuochi d’artificio, in particolare quelli della festa nazionale del 1. agosto, sono un problema per gli uccelli acquatici, ad esempio per la moretta e lo svasso maggiore che proprio in quel periodo hanno i cuccioli.
I giovani uccelli restano facili prede in quanto abbandonati dai loro genitori che fuggono spaventati.

E questa NON è selezione naturale!!!
Chi ama gli animali NON può essere favorevole allo sparo di materiale pirotecnico, neppure a una misera sarasetta!

PATRIZIA RAMSAUER